News

Le ultime notizie dal mondo Deutsche Bank Easy

Rivoluzione per le agevolazioni fiscali

Archivio News Set 20, 2019
Rivoluzione per le agevolazioni fiscali



Si rivoluziona il mondo delle agevolazione con il meccanismo della ‘Cessione del credito’, che va ad integrare e non a sostituire quanto già in essere.
In seguito all’approvazione del “Decreto Crescita” (decreto legge n.34/2019), sono stati definiti i regolamenti attuativi anche per gli interventi di riqualificazione energetica effettuati sulle singole unità immobiliari.

La novità consiste nella possibilità per il consumatore finale di cedere al fornitore del bene/servizio (ad esempio l’installatore dell’impianto) il proprio diritto alla detrazione e convertirlo come ‘sconto’ sull’importo dovuto, previo accordo con il fornitore stesso.
Il fornitore che ha praticato lo sconto lo recupera sotto forma di credito d'imposta da utilizzare esclusivamente in compensazione, in cinque quote annuali di pari importo.

A titolo di esempio, ipotizzando che il bene installato abbia un costo di 1.000 euro e sia soggetto a recupero fiscale nella misura del 65%, le opzioni da oggi previste per il consumatore sono due:


A) pagare a mezzo bonifico 1.000 euro, andando a recuperare fiscalmente 650 euro in 10 anni come sino ad ora concesso dalla normativa

oppure

B) pagare 350 euro e cedere al fornitore (dealer) il credito fiscale come ‘copertura’ della quota rimanente (previo accordo con il fornitore)

Ulteriore cessione del Credito d’imposta: il fornitore che ha acquisito dal consumatore il credito d’imposta, in alternativa all’utilizzo in compensazione nei cinque anni successivi, può a sua volta cederlo ai propri fornitori anche indiretti di beni e servizi, con esclusione della possibilità di ulteriori cessioni da parte di questi ultimi. E’ esclusa la cessione agli istituti di credito e intermediari finanziari, nonché alle amministrazioni pubbliche (per dettagli si rimanda al provvedimento).

Operatività

Resta la necessità di bonifico fiscale pertanto, qualora si andasse a finanziare l’acquisto di un bene oggetto di cessione del credito, la fattura riporterà l’importo totale del bene, mentre il finanziamento riguarderà la quota al netto dell’importo del credito ceduto.
Nell’esempio sopra citato avremmo:
- importo bene fatturato 1.000 euro;
- importo finanziato e conseguente bonifico pari a 350 euro.

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/233439/Sisma+bonus+le+detrazioni+per+gli+interventi+antisismici_Guida_Sisma_Bonus.pdf/ee5ec719-05ae-0584-897e-f60d34060498

PREVIOUS

Finservizi Rebranding 2019

Vuoi maggiori dettagli su questo prodotto finanziario? Contattaci